Balneari Massa e Carrara: un milione di euro per la formazione

Un bando da un milione di euro dalla Regione Toscana per la formazione, a Massa Carrara partecipano duecento imprenditori balneari della riviera apuana. Si preparano per affrontare la crisi e decidono di puntare tutto sulla formazione. I balneari del Consorzio di Massa, insieme ad alcuni balneari di Carrara si sono attivati per partecipare ad un bando regionale sull'industria 4.0.

 

Si tratta, qualora le richieste siano in linea con quanto definito dal regolamento del bando, di vincere un finanziamento da destinare alla formazione individuale per ottenere strumenti idonei per contrastare l'attuale situazione di difficoltà determinata dall'emergenza pandemica. Un pensare al post-Covid, senza dimenticare di affrontare al meglio la stagione 2020 pre parati sulle misure di prevenzione. Nonostante si siano verificati dei problemi tecnici sul portale dedicato al bando regionale, le pratiche sono state inserite.

 

Sono state oltre duemila le richieste inviate da tutta la Toscana, per un fondo, messo a disposizione dalla Regione, di circa 1 milione. «È importante, in un periodo come questo, - interviene Giacomo Bugliani, consigliere regionale Pd - che siano messe a disposizione risorse per garantire una ripartenza quanto più possibile piena ed efficace. Investire sulla formazione è fondamentale ed è per questo motivo che sono soddisfatto che molti titolari di stabilimenti balneari della nostra costa abbiano deciso di partecipare al bando della formazione della Regione Toscana che ha messo a disposizione 1 milione di euro». «Sarà mia cura - continua Bugliani - monitorare l'assegnazione di queste somme perché sono convinto che il loro impiego da parte dei gestori degli stabili menti balneari sia di prioritaria importanza.

 

Qualora ci fosse una forte risposta a questa richiesta di contributi per la formazione, voglio sperare che anche ulteriori risorse possano essere messe a disposizione. Lavorerò, per quanto in mio potere, anche per questo. Abbiamo di fronte una stagione turistica estremamente incerta, ma è da qui che segniamo la ripartenza del nostro territorio e dobbiamo fare tutto quanto necessario perché i prossimi mesi siano un'occasione di nuovo sviluppo per gli operatori turistici e per la nostra comunità».

 

Si vogliono ottenere strumenti idonei per contrastare l'attuale situazione di difficoltà. Con uno sguardo al futuro Stefano Gazzoli, balneare e presidente della Fiba Confesercenti .

 

Stralcioda LaNazionediMassaeCarrara