Fiba Emilia Romagna: si apre la stagione all' ombra della Bolkestein

La stagione turistica ha preso ufficialmente il via ieri, in occasione dell' inizio della due giorni della Fiera imprese Balneari al Pala De Andrè.

 

Il tradizionale appuntamento annuale, organizzato dalla Cooperativa Spiagge Ravenna, è aperto a tutti i titolari e gestori di stabilimenti balneari, campeggi, bar, ristoranti, alberghi e pubblici esercizi.


Oltre 70 le imprese fornitrici di arredamento da esterno, food & beverage, benessere, docce, e molto altro, partecipanti per presentare le proprie novità per la nuova stagione estiva degli imprenditori balneari del litorale romagnolo.


Dopo il taglio del nastro, è stata l' occasione di un incontro 'franco e costruttivo' sulla vicenda Bolkestein tra i presidenti dei due maggiori sindacati regionali balneari Fiba Confesercenti e Sib Confcommercio, Maurizio Rustignoli e Simone Battistoni, il presidente della Regione Emilia Romagna Stefano Bonaccini, il sindaco del Comune di Ravenna Michele de Pascale e il deputato Sergio Pizzolante.


Proprio quest' ultimo, designato due giorni fa relatore della legge-delega sulle concessioni demaniali marittime ad uso turistico-ricreativo alla commissione Finanze della Camera dei deputati, ha dichiarato che 'entro una decina di giorni' inizierà la discussione in commissione.


«Siamo convinti - afferma Rustignoli - che la strada sia quella di procedere con i decreti attuativi della legge-delega votato in gennaio, per dare una risposta ai principi generali in cui crediamo e capire il percorso futuro delle nuove imprese. Dalla politica ci sono arrivate rassicurazioni circa l' introduzione di un periodo transitorio per l' applicazione della Bolkestein, il riconoscimento del valore commerciale delle nostre imprese e della professionalità maturata su quelle concessioni».


La categoria ha dunque accettato, e questo non è stato un passaggio per nulla facile, la cosiddetta 'evidenza pubblica', stabilendo un percorso con il governo insieme ai propri sindacati.

 

«Se i politici manterranno l' impegno preso - prosegue il presidente Fiba Confesercenti -, potremo affrontare l' evidenza pubblica con una discreta serenità. I prossimi saranno mesi decisivi in quanto, una volta presentata le legge-delega in commissione e terminato quindi l' iter legislativo, partiranno i sei mesi validi per la definizione dei decreti attuativi.

 

Quello sarà il banco di prova per vedere se le nostre argomentazioni saranno tenute in considerazione e se varrà la pena continuare a collaborare.
C' è un cauto ottimismo, visto che Bonaccini ha ritenuto le nostre richieste 'sostenibili' e che Pizzolante ci fa ben sperare».

 

stralcio da Il Resto del Carlino