Sarzana: Spiagge, bando contestato

Le associazioni: «A 3 giorni dall'apertura della stagione»

Dura presa di posizione delle associazioni di categoria per il bando con cui il Comune di Sarzana vuole affidare la gestione delle spiagge libere di Marinella. In modo particolare viene contestata la tempestica del bando, tré giorni prima dell'avvio della stagione, ma anche le modalità del bando cioè l'impossibilità per gli operatori, confemata dall'assessore Barbara Campi, di noleggiare sdraio, lettini e ombrelloni.

 

Sulla vicenda Cna, Confartigianato e Confesercenti (escluso Confcommercio) hanno diramato un comunicato congiunto sostenendo intanto che un bando per la gestione delle spiagge il 27 maggio non si era mai visto.

 

« Non stiamo mettendo in discussione la scelta di mettere a bando un bene comune - denunciano le associazioni di categoria - lungi da noi, ma quanto meno la poca accortezza nella scelta de tempi: tré giorni prima dell'avvio ufficiale della stagione estiva, prevista per il primo giugno.

 

Purtroppo e per fortuna, il tratto di spiaggia su cui si è annunciato il bando non è un'isola avulsa da tutto il resto ma inserita in un contesto ben definito che oltre ad essere l'affaccio al mare del comune di Sarzana raccoglie molte altre attività, sia balneari che ricettive. Tutte però rischiano di avere ricadute negative proprio per la mancanza di scelte tempetive di chi invece avrebbe potuto farle».

 

«Visto che si è ritenuto ancora una volta - prosegue il documento firmato da Cna, Confartigianato e Confesercenti - di non concertare nulla con le associazioni che pure ben conoscono il territorio, e le imprese, aspettiamo di vedere il bando per sapere se veramente sarà impossibile affittare lettini e ombrelloni».

 

 L'installazione dei chioschi sulle spiagge libere di Marinella nelle passate stagioni balneari (foto d'archivio) sostengono che sarebbe «meglio individuare la strategia da traguardare che non può essere che quella di un rilancio qualitativo del litorale, lo stesso che ha dettato l'approvazione del piano particolareggiato da parte della giunta e che noi condividiamo. In seguito per procedere ci saranno tutto l'autunno e tutto l'inverno per confezionare un bando. Basta non farli passare invano come quest'anno».

 

 

Stralcio da NAZIONE LA SPEZIA